Cancellare i tatuaggi

tatuaggio farfallina

Tatuaggi : come rimuoverli ?

Tatuaggio è un termine che deriva dal polinesiano: TATAU significa colpire (gli antichi tatuatori usavano un rastrello i cui denti erano intinti di miscele vegetali ) mentre il tatuaggio Maori si chiama moko (mo-o ).

In Italia oltre 2 milioni di persone sono tatuate (il 60% uomini tra 18-28 anni).

Per secoli il tatuaggio era identificato come marchio di colpa. In Giappone i delinquenti venivano marchiati con ideogramma che significava cane.

Leggi Tutto

Dermoabrasione

viso donna

La dermoabrasione per una pelle del viso levigata

La dermoabrasione è un trattamento che tramite l'asportazione dello strato superficiale della pelle, consente di migliorarne le irregolarità donandole un aspetto più levigato e regolare.

Con la dermoabrasione è possibile correggere anche le cicatrici e le rughe più superficiali, in special modo del viso ed intorno alle labbra, anche se nessun trattamento potrà eliminarle del tutto.

Si tratta di un vero e proprio intervento chirurgico nel quale, tramite un apposito apparecchio, il chirurgo asporta lo starto più superficiale della pelle.

L'anestesia impiegata è quella generale, oppure, se le aree da trattare sono piccole, si procede con l'anestesia locale.

Istruzioni post-operatorie

La zona trattata deve essere lasciata esposta all'aria: subito vi si applica l'unguento prescritto evitando cosi' la formazione delle croste.

L'unguento dovra' esser riapplicato tutte le volte necessarie per coprire la zona abrasata per qualche giorno. In seguito si comincera' a inumidire il viso con un asciugamano bagnato di acqua tiepida tre volte al giorno per qualche minuto fino a quando l'area sara' guarita. Dopo 10 giorni si potra' lavare il viso con acqua e sapone neutro leggero.

Precauzioni da seguire:

1). Dormire con il capo sollevato di notte e stare in piedi senza affaticarsi di giorno.

2). Puo' esserci febbre; in tal caso bisogna somministrare farmaci specifici.

3). La pelle dopo la guarigione, diventera' asciutta e rosea: per ridurre questi effetti potranno essere usate compresse di garza bagnate di latte e acqua ( mezzo litro di acqua + mezzolitro di latte + cubetti di ghiaccio).

La cute trattata con dermoabrasione non puo' essere esposta ai raggi solari diretti : usare sempre una pomata di protezione totale dai raggi UV anche per le esposizioni diretta al sole.

 

Prof.  Ezio Maria Nicodemi
Chirurgia Estetica e Plastica
Accademico American Academy of Cosmetic Surgery Fellow Clinica Pitanguy

Leggi Tutto

Eliminare le Cicatrici

cicatrice

Correggere le cicatrici

Che cosa è una cicatrice?

È un tessuto che riempie una perdita di sostanza causata da traumatismi o a seguito di interruzione volontaria della continuita' della pelle per interventi e suture necessarie a correzioni.

Leggi Tutto

Laser per skin refreshing

donna skin refreshing laser

Un nuovo laser frazionale per lo skin refreshing

Recentemente è stata proposta una nuova tecnica di rimodellamento che unisce i vantaggi della mini invasivita' alla grande efficacia del resurfacing.

La nuova tecnologia si chiama fractional laser per lo skin refreshing. La tecnologia è microfrazionale sinergica, che combina due lunghezze d'onda coassiali: la 1540 nm e la 980 nm.

La prima lunghezza d'onda della luce laser a 1540 nm crea delle microcoagulazioni del diametro di 100 micron e dalla profondita' di 800 micron, che in sinergia con la seconda sorgente laser a 980 nm aumenta la temperatura all'interno del derma biostimolando la maggiore produzione di collagene ed elastina.

Il trattamento è sicuro, efficace e indolore. Il suo manipolo a scansione controllata permette di trattare anche piccole zone circoscritte mantenendo costantemente la stessa energia preselezionata.

Le principali indicazioni vanno: dal ringiovanimento del volto, collo decollete e mani, alle cicatrici ed esiti da acne, alle lesioni pigmentate.

Il trattamento è preceduto da una analisi accurata della pelle per mezzo dell skin tester. Nella maggior parte dei casi il trattamento è ambulatoriale ed è indolore. Ad ogni impulso il paziente avverte una sensazione simile a piccole punture di spilli. Il protocollo prevede 4 sedute con intervalli di 4 settimane.

 

Prof.  Ezio Maria Nicodemi
Chirurgia Estetica e Plastica

Leggi Tutto

Lifting

Lifting viso

Ringiovanire il viso con il lifting.

Insieme alla blefaroplastica e rinoplastica il lifting puo' esser considerato l'intervento principe della chirurgia estetica moderna.

Si tratta in pratica di un tiraggio dei tessuti del viso al fine di distenderne l'espressione appiattendo nel contempo la maggior parte delle rughe.

La durata dell'intervento è scesa sotto le due ore grazie ad accorgimenti tecnici che permettono di evitare lo scollamento dei tessuti ed i numerosi punti di sutura a mano.

Il tiraggio è praticato sul muscolo pellicciaio. La cute viene parzialmente interessata.

Il viso non apparirà stirato artificialmente come con le vecchie tecniche che agivano solo sulla pelle. Il risultato è quello di apparire 10 anni piu' giovani. Le linee di incisione sono dietro alle orecchie, praticamente invisibili, coperte dai capelli.

Istruzioni per le prime 24 ore:

  1. Potrete rimanere a letto o in poltrona con la testa elevata, alzatevi solo per andare alla toeletta.
  2. Tenere lontano i visitatori per non parlare.
  3. Ridurre al minimo i movimenti facciali come sorridere, masticare, conversare e sbadigliare.
  4. Evitare la rotazione del capo per non disturbare la tensione delle suture . Per girarsi, ruotate la testa e le spalle assieme.
  5. Applicare compresse umide ghiacciate sugli occhi durante il giorno, ogni due ore per 20 minuti, nel caso sia stata effettuata anche la blefaroplastica.
  6. Il dolore post-operatorio è quasi assente: potrete sentire pero' un fastidio locale dovuto alla compressione della fasciatura e al tiraggio muscolare vero e proprio. In questo caso gli antalgici che vi prescriveremo, vi faranno sentire molto meglio . Non prendete aspirine, o farmaci che la contengono.
  7. Non togliere la fasciatura per alcuna ragione.
  8. Non fate sforzi in toeletta se necessario prendere lassativi .

Per i giorni successivi:

  1. Continuare impacchi con compresse ghiacciate per 3 giorni dopo l'intervento solo se necessario.
  2. Al quarto giorno post-operatorio potrete fare uno shampoo senza timore (baby shampoo) con leggero massaggio dei capelli ma non della cute. Inoltre potrete cominciare a lavarvi il viso usando un sapone neutro per bambini senza massaggiare.
  3. Al quinto giorno saranno tolti i primi punti di sutura e gli ultimi punti entro il nono giorno, senza il minmo dolore.
  4. I capelli dovranno essere tinti solo due settimane dopo: vi consigliamo quindi di farlo in uno dei giorni che precedono l'intervento.
  5. Qualche zona della faccia puo' essere insensibile al tatto per qualche giorno; ma tornera' normale in breve tempo. Se avvertite pruriti locali essi sono indice di normale processo di guarigione: evitate pero' di grattarvi sulle zone dell'incisione.
  6. Per due settimane muovete il capo e le spalle sempre insieme se volete giravi.
  7. Chiamateci se noterete un rialzo della temperatura sopra 38° e se noterete tumefazioni o gonfiori improvvisi. Un dolore continuo e persistente va pure segnalato. Vi raccomando di essere pazienti e calmi in attesa della guarigione e di non rimandare mai gli appuntamenti postoperatori.

 

Prof.  Ezio Maria Nicodemi
Chirurgia Estetica e Plastica
Accademico American Academy of Cosmetic Surgery Fellow Clinica Pitanguy

 

Leggi Tutto

Lifting Braccia

lifting bracciaBrachioplastica: il lifting delle braccia

Intervento chirurgico che interessa la regione anatomica che va dal gomito all'ascella.

Background

Cambiamenti di peso , invecchiamento e genetica sono le cause principali che provocano un progressivo cedimento dei tessuti della regione dal gomito all'ascella.

Il tono muscolare può migliorare il trofisnmo della struttura ma non rallentare la progressiva caduta dei tessuti molli che per la presenza della forza di gravità tendono a cedere.

Il candidato all'intervento:

Di solito pazienti con grosse braccia e lassita' cutanea. Ovviamente non vengono trattati pazienti che hanno problemi alla cicatrizzazione o presentano aspettative non esaltanti.

Preparazione preoperatoria:

Sono prescritti esami di laboratorio, elettrocardiogramma e in alcuni casi anche radiografia del torace.
Non è indicato assumere farmaci che facilitano l'emorragia del sangue tipo aspirina. Si consigla di eliminare il fumo da sigaretta. Evitare anche contatti con persone che hanno il raffreddore.

Intervento:

L'intervento si esegue in anestesia locale con sedazione generale. Sara' presente collega anestesista in sala operatoria.

L'intervento ha una durata di 1ora e mezza per braccia. La lunghezza della cicatrice dipende dalla conformazione del braccio e dal posizionamento della cicatrice.

Io personalmente preferisco la mini-brachioplastica in cavita' ascellare. Risulta un' intervento invisibile e la persona è gia' molto contenta del risultato ottenuto.

Condotta postoperatoria:

Il paziente rientra a casa subito il giorno dopo.

Per il dolore è necessario assumere anche a stomaco vuoto la tachipirina. Di solito il dolore è di piccola entita'.

La medicazione viene eseguita con una progressiva compressione. I punti sono rimossi in 21° giornata.

La cicatrice è maggiormente evidente nel postoperatorio.

Bisognera' aspettare dai 9 ai 12 mesi per avere il risultato definitivo. A volte è necessario revisionare la cicatrice. La sensibilita' si potra' riacquistare dopo 6 mesi.

Complicanze:

Ogni intervento chirurgico ha un certo rischio. Le complicanze sono molto rare ma possibili. Puo' essere presente sieroma, ematoma, infezione, asimmetria.

Ripresa attivita' fisica:

Dopo la prima settimana di riposo assoluto l'impiego di una compressione sara' necessaria. Nelle prime 24 ore si consiglia riposo a letto. Il sole è dannoso per le cicatrici. Puo'essere presente un certo grado di ipoestesia nel postoperatorio.


Prof.  Ezio Maria Nicodemi
Chirurgia Estetica e Plastica

Leggi Tutto

Liposuzione e addominoplastica per ridurre il grasso

il-tempo-liposuzione-addominoplastica

Ridurre il grasso con la liposuzione e addominoplastica

Segnaliamo una interessante intervista al prof Nicodemi, apparsa sull'inserto Benessere del quotidiano 'Il Tempo' del 17 maggio 2014.

 
 
 
 
Leggi Tutto

Rimuovere le rughe con il lifting

lifting viso

Lifting del viso : le nuove tecniche operatorie

Lo scopo del lifting è quello di intervenire modellando ed eliminando le rughe di espressione presenti nel viso.
Anche ridare la compattezza e volume del viso che con gli anni è andata persa.
 
Altri nomi spesso usati per il lifting sono: ritidectomia, face lift, macs lift, s lift, mini lifting.

Risultati del lifting – il viso a causa della forza di gravita' e delle modifiche provocate da uso non corretto del sole, porta ad un momento della vita alla presenza di accentuate rughe di espressione e danni da photoaging.

Leggi Tutto

Smagliature : il trattamento laser

In questo filmato una giovane paziente si sottopone al trattamento di eliminazione delle smagliature eseguito con il nuovo Yag laser q-switched. Il laser opera con impulsi molto brevi che creano un effetto di schiaffeggiamento della cute. Il trattamento, come confermato nel filmato dalla paziente stessa, è assolutamente indolore e di breve durata.

I risultati vanno valutati dopo la terza seduta ma sono generalmente soddisfacenti nella maggior parte dei casi, ottenendo un significativo sbiadimento o la completa cancellazione delle smagliature sulla cute delle pazienti.

 
Leggi Tutto

Tatuaggi ? Ora basta !

tatuaggi laser rimozione

La moda del tatuaggio è al termine ?

Segnaliamo un interessante articolo apparso sull'inserto settimanale "Io Donna" del Corriere della sera ove il prof. Ezio Nicodemi parla delle tecniche di rimozione dei tatuaggi che si avvalgono dell'uso dei laser.

L'articolo è visibile a questo link.

 

Leggi Tutto

Trapianto di capelli innovativo

calvo

Nuove tecniche robotizzate nel trapianto di capelli

Continua il nostro viaggio all'interno del complesso e affascinante tema del trapianto dei capelli. Parliamo oggi di una metodica francese che si avvale dell'ausilio di un robot.
Il primo auto-trapianto di capelli fu ideato nel 1959 da Orentreich.
Il prelievo di piccole aree di cuoio capelluto, contenenti le unita' follicolari, veniva attuata con grandi ''punch'' di diametro di 4-5mm nella zona donatrice; queste aree venivano trapiantate nell'area ricevente.

 

Leggi Tutto